Copertina

Per le vacche di Ovidio Profili si avvicina l'ora della mungitura. Lo scenario potrebbe essere il set ideale per uno spot pubblicitario sul biologico: quaranta vacche che pascolano su una distesa immensa di tenera erba. Hanno le corna,  quelle che in un allevamento intensivo verrebbero tagliate per facilitare il passaggio della testa attraverso le sbarre di metallo oltre le quali si trova il mangime. Lo stesso per anni, addizionato alle  ormai note farine di carne (molto proteiche e poco costose) accusate di essere portatrici del morbo della mucca pazza , vietate dal 1991 e mai utilizzate da Ovidio e da chi come luisi è sempre rifiutato di alimentare erbivori con proteine di carne.
IN INGHILTERRA, LA NAZIONE FOCOLAIO DEL MORBO DELLA BSE, NON E' STATO RISCONTRATO UN SOLO CASO DI MUCCA PAZZA TRA QUEI CAPI ALLEVATI CON IL METODO BIOLOGICO.